Residenziale: i contratti d’affitto

Se siamo alla ricerca di una casa in affitto o abbiamo deciso di affittare la nostra è bene sapere che ci sono diverse tipologie di contratti di locazione, ciascuna delle quali con caratteristiche diverse e che rispondono alle diverse esigenze di locazione. E’ dunque possibile individuare 5 diversi contratti.

1: contratto libero della durata di anni 4 + 4: e’ il contratto maggiormente diffuso: questa tipologia di prevede che proprietario e inquilino stabiliscano le regole che determineranno la locazione con il vincolo della durata stabilito in quattro anni più altri quattro rinnovabili.  E’ un contratto di affitto in cui proprietario ed inquilino stabiliscono le regole della locazione senza altri vincoli quali quello della durata del contratto, che è stabilito su quattro anni più altri quattro rinnovabili.

Il secondo contratto a cui possiamo fare riferimento è il contratto a canone concordato che ha una durata di 3 anni più altri due rinnovabili. Questa tipologia di contratto prevede condizioni specifiche regolate da comune a comune da associazioni di categoria in base ad accordi territoriali e prevede un canone concordato. La durata è fissata in tre anni più eventuali due rinnovabili.

Per affitti di più breve periodo esistono poi i contratti ad uso transitorio della durata da 1 a 18 mesi: questo contratto prevede una durata non superiore ai 18 mesi. Il canone previsto per questa tipologia è di tipo concertato, ovvero fornito dai valori minimi e massimi fissati dagli accordi territoriali

Sempre per affitti di breve periodo esiste un contratto specifico ad uso studenti della durata minima di 6 mesi fino ad un massimo di 36 mesi: è riservato agli studenti e il canone è regolato dalle associazioni studentesche e dal territorio in linea con il canone calmierato.

Esiste poi una tipologia di contratto senza alcun vincolo. Questa tipologia di contratto è applicabile a diverse categorie di immobili come case di lusso, case per le vacanze, box auto e case sottoposte a vincoli artistici. In questo caso sono le parti che decidono di stipulare questa precisa tipologia di contratto ed è bene sapere che il canone è del tutto libero e la durata massima è di 30 anni.